Uccisi due lavoratori senza terra in Parana, dichiarazione del MST Parana

Il MST esige la punizione immediata dei responsabili del crimine commesso contro i Senza Terra in Paraná (8 aprile 2016)
Nell’attacco codardo promosso dalla PM e dalla sicurezza della Araupel, sono stati assassinati due lavoratori Senza Terra.

Nel pomeriggio di giovedi 7 aprile alcune famiglie del MST, organizzate nell’Accampamento Dom Tomas Balduíno, nel comune di Quedas do Iguaçu, regione centrale del Paraná, sono state vittime di un’imboscata realizzata dalla Polizia Militare della Stato e da guardie di sicurezza contrattate dall’ impresa Araupel. Sono stati assassinati i lavoratori rurali Vilmar Bordim, di 44 anni, sposato, padre di tre figli e Leomar Bhorbak, di 25 anni, che lascia la moglie incinta di nove mesi. Sono stati feriti almeno 7 lavoratori e due fermati per essere interrogati sono già stati rilasciati.

L’accampamento, la cui occupazione ha avuto inizio nel maggio 2015, è costituito da circa 1,5 mila famiglie ed è localizzato nello stabilimento rurale Rio das Cobras, che è stato occupato abusivamente dall’impresa Araupel. La Giustizia federale ha dichiarato che le terre sono in realtà pubbliche e appartengono all’Unione, quindi devono essere destinate alla riforma agraria.

Secondo quanto riferiscono le vittime dell’attacco, non c’è stato nessuno scontro. L’imboscata è avvenuta mentre circa 25 lavoratori Senza Terra circolavano con pulmini e motociclette a 6 chilometri dall’accampamento nel perimetro dell’area definita pubblica dalla giustizia, quando sono stati sorpresi dai poliziotti e dalle guardie di sicurezza appostati.

Questi hanno preso di mira il veicolo dove stavano i Senza Terra, che, per salvarsi, hanno corso all’interno della boscaglia in direzione dell’accampamento, nel tentativo di fuggire dagli spari che non cessavano. Nella sua relazione la PM ammette che i due corpi sono stati raccolti all’interno del bosco. Tutte le vittime sono state colpite alla schiena, il che dimostra che stavano fuggendo e non si stavano scontrando con PM e guardie di sicurezza.

Il luogo dove c’è stata l’imboscata è stato isolato dalla PM per più di due ore, impedendo che i feriti fossero soccorsi. Oltre a bloccare qualsiasi altra persona che si avvicinasse per soccorrere e documentare la scena del crimine, la polizia ha rimosso le vittime senza la presenza dell’Istituto medico legale, così come gli oggetti dalla scena del crimine.

La Polizia Militare ha creato un clima di terrore nella città di Quedas do Iguaçu, ha occupato le strade, ha circondato la delegazione e gli ospedali di Quedas e Cascavel dove sono stati portati i feriti e ha impedito qualsiasi contatto delle vittime con familiari, avvocati e stampa.

L’attacco della PM ai Senza Terra è avvenuto dopo che il Deputato Rossoni ha assunto la Direzione della Casa Civile del Governo del Paraná e, contemporaneamente, è stato in visita al Comune di Quedas do Iguaçu, il 1 aprile 2016, accompagnato dal Segretario di Sicurezza Pubblica del Paraná, Wagner Mesquita, oltre ai rappresentanti delle cupole della polizia del Paraná, che hanno deciso l’invio di un contingente di più di 60 PM a Quedas.

Il MST in questa regione è presente da quasi 20 anni e ha sempre agito in forma organizzata e pacifica perché ci fosse un avanzamento nella riforma agraria, rivendicando che la terra compia la sua funzione sociale. Solo nel grande territorio della Araupel sono state insediate più di 3000 famiglie.

Il MST esige giustizia e:

  • rapide indagini, prigione per i poliziotti e le guardie di sicurezza e punizione di tutti i responsabili – esecutori e mandanti – per il crimine commesso contro i lavoratori rurali Senza Terra.
  • L’allontanamento immediato della PM e il ritiro delle guardie di sicurezza private contrattate dalla Araupel
  • La garanzia della sicurezza e la protezione delle vite di tutti i lavoratori accampati del Movimento nella regione.
  • Che tutte le aree di cui si è impadronita illegalmente l’impresa Araupel siano destinate alla riforma agraria insediando le famiglie accampate.

 

Lottare, costruire la riforma agraria popolare

Direzione Statale del MST Paraná

SEGUICI SU  

Cerca nel sito

RiMaflow vivrà!

Una giornata particolare.
Vivere e/è lottare dalla fabbrica recuperata Ri-Maflow.
 

Appuntamenti

Economia mutualistica, strumenti per l’autogestione e conflittualità sociale 

Pratiche & idee

Come si vive in Rimaflow 

Solidarietà

Ceste di Natale 2018 - Regaliamoci la solidarietà