Per una città aperta e solidale, senza frontiere!

Più di un anno fa, nel gennaio 2019, abbiamo scritto e consegnato al Comune di Bari una Lettera aperta indirizzata al Sindaco Antonio Decaro e ad alcuni assessori competenti per 1. contrastare concretamente e difendersi, anche localmente, dai Decreti sicurezza che portano la firma dell’ex ministro dell'interno Salvini e per 2. dare alla parola accoglienza un significato nuovo.

La lettera richiedeva: 1. la piena applicazione della Delibera comunale per l’iscrizione anagrafica delle persone senza fissa dimora, incluse le cittadine ed i cittadini stranieri in possesso di soggiorno provvisorio; 2. l’avvio di un censimento di tutti gli immobili in disuso di proprietà pubblica sul territorio, affinché si potesse garantire la residenza, il diritto all’abitare attraverso politiche abitative che rispondessero ai diritti di base della persona.

A distanza di un anno, non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Seppur abbiamo raccolto centinaia di adesioni ed organizzato diverse iniziative pubbliche; seppur abbiamo protocollato la Lettera e scritto più volte all’Amministrazione; seppur decine di altri Comuni in Italia abbiano riconosciuto l’iscrizione anagrafica delle persone senza fissa dimora e dei richiedenti protezione internazionale come diritto soggettivo immediatamente esigibile dalla singola persona.

A distanza di un anno, abbiamo deciso di non fermarci. Quindi di rincontrarci per:
1. condividere con la cittadinanza i contenuti della Lettera che abbiamo modificato ed aggiornato affinché il Sindaco e tutta l’Amministrazione possano intervenire immediatamente;
2. mobilitarci insieme a tante altre realtà associative e sindacali presenti in tutta Italia per l’abrogazione dei Decreti sicurezza, per la cancellazione degli accordi Italia-Libia, per la realizzazione di politiche abitative concrete, per l’accesso ad abitazioni dignitose ed altre istanze da condividere e rivendicare collettivamente.

Ci vediamo sabato 22 febbraio a Villa Roth – Casa autogestita in via Annibale di Francia, 17/B

PROGRAMMA:

  • ore 10 Workshop su: politiche e legislazione in materia di immigrazione e lavoro, diritto alla residenza ed alla casa.
  • ore 12 Assemblea aperta. Come ci organizziamo, quali relazioni sociali ed alleanze solidali costruiamo?
  • A seguire Tavolata Senza Frontiere

Ognun@ porta cibo, bevande da condividere assieme.

Chi siamo? “Siamo alcune delle tante associazioni e collettivi composte da persone migranti e native, che ogni giorno nella città da Voi amministrata costruiscono e vivono molteplici esperienze mutualistiche e culturali, di supporto legale e scuole di lingua, attività artigianali e di autoproduzione. Si tratta di pratiche solidali, che intrecciano le più variegate problematiche e criticità legate ai flussi migratori, che sostengono vertenze e rivendicazioni per ottenere diritti sociali e civili per tutta la cittadinanza, a prescindere dalla nazione di provenienza, dall’orientamento religioso e sessuale, dal colore della pelle e dallo status giuridico.”

Lettera aggiornata in italiano
Lettera aggiornata in inglese

Partecipano al percorso organizzativo e di aggiornamento dei documenti: Arci Bari, A.S.G.I. - Associazione per gli studi giuridici sull'Immigrazione, Bread&Roses - Spazio di mutuo soccorso, ConvochiamociperBari, Gruppo Lavoro Rifugiati, Scuola Penny Wirton, Sportello/Infopoint Fuorimercato di Villa Roth, singol* cittadin*

 


0
0
0
s2sdefault