La Folaga Bianca. Birra libera e genuina, per relazioni solidali

L’azienda agricola Folaga Rossa nasce in riva all'Adige, nei pressi di un antico lazzaretto seicentesco di cui si possono ammirare ancora oggi le suggestive rovine immerse nel verde della ricca vegetazione. Arrivando, alla fine di una stretta via, ora asfaltata, si ha la netta e piacevolissima sensazione di lasciarsi alle spalle qualcosa, di uscire da quell'utero ostile disegnato dal fiume che racchiude una Verona bella e difficile, apprezzata per il suo centro storico ma nota anche per le sue tendenze variamente leghiste, fasciste, integraliste, razziste. Ci si ingannerebbe, però, nel considerare la Folaga Rossa una via di fuga o l'approdo ad un'oasi autoconsolatoria.

Il progetto infatti, costituito in origine da un gruppo di acquisto solidale e da un orto collettivo, affonda profondamente le radici nel terreno dell’autodeterminazione e della pratica del partire da sé per costruire l'alternativa al modello capitalista di produzione e sfruttamento.

Oggi è un'azienda agricola nella quale Andrea e Diego lavorano producendo e vendendo direttamente ortaggi e frutta. Hanno impostato la coltivazione secondo i principi dell'agroecologia, nel rispetto della biodiversità, della salute e delle risorse del pianeta. Legata già da tempo alla rete Genuino Clandestino, la Folaga Rossa lavora, con le stesse costanza e caparbietà necessarie alla coltivazione della terra, per costruire una comunità locale in grado di autodeterminare le proprie scelte alimentari. Il cibo che producono Andrea e Diego è radicalmente ecologico in quanto sano, locale e stagionale. Sano, perché non contiene sostanze tossiche e pesticidi; locale, perché venduto nei quartieri limitrofi alla zona di coltivazione; stagionale, perché maturato sulle piante e raccolto fresco poco prima dei mercati. Consapevoli che per fare tutto questo servono alleanze con le persone ma anche tra produttori, il loro lavoro è sostenuto da un prezioso scambio di manodopera, mezzi e prodotti con altri contadini locali.

Una parte del campo è dedicata alle attività dell’orto collettivo, gestito dall'associazione Orto al Porto e al turismo rurale che permette di conoscere e vivere esperienze contadine. Con il prezioso aiuto di Silvia e di tante/i compagne/i e amiche/i si organizzano numerose iniziative estive come feste e laboratori.

Proprio nel prato della Folaga l’anno scorso si è svolta un’importante e partecipata serata di solidarietà con RiMaflow, grazie al supporto di Fuorimercato - Autogestione in movimento e della salsa di pomodoro Sfruttazero, immancabilmente presente sul banco del mercato del sabato. Non è stato ovviamente un caso, visto che tutte queste esperienze condividono la lotta per un sistema economico che produca in funzione degli effettivi bisogni umani, democraticamente decisi e la contestuale pratica di costruzione di una società che cresca attraverso l'autogestione, l'autodeterminazione, la decisione collettiva sull'uso delle risorse, dei beni comuni, del territorio.

È dall’intreccio di relazioni e percorsi che caratterizza Fuorimercato che nasce la birra FOLAGA BIANCA: prodotta dal birrificio Alma di Monza con il grano coltivato alla Folaga e l’orzo dell'azienda bio Podere Monticelli di Lodi, il prodotto contribuisce a sostenere il lavoro etico delle tre realtà coinvolte e rappresenta un’alternativa alle leggi del mercato e allo sfruttamento della Grande Distribuzione Organizzata, in un settore, quello birrario per nulla esente dalla pervasività delle grandi multinazionali che hanno acquisito marchi storici, portando ad una sostanziale omologazione del gusto.
La “WitBier” nota anche come “Blanche” ha una storia antica, che risale ai primi anni del 1300. Fu prodotta, oltre che dai monaci, anche dai contadini con utilizzo di materie prime locali con un’alta percentuale di frumento, realizzando così una bevanda a bassa gradazione alcolica, ideale per dissetarsi durante il lavoro nei campi.
La Folaga bianca contiene scorza d’arancia, coriandolo e orzo, con l'aggiunta di luppolo. Birra beverina e rifrescante, ideale per i mesi estivi.

Fuorimercato Verona

 


0
0
0
s2sdefault