F1, Ferrari; Marchionne: "La prossima sarà una grande stagione"

 Il numero uno del Cavallino Rampante, nella giornata rossa al Mugello, dichiara il suo ottimismo in vista del 2016: "La nuova macchina è in sviluppo da quasi un anno, sono veramente contento del lavoro svolto". Arrivabene: "Vogliamo chiudere questo campionato con eleganza e determinazione"

In casa Ferrari si guarda già al futuro, senza però dimenticare di onorare gli ultimi due Gp che restano per chiudere nel migliore dei modi questa stagione. “La Formula Uno come esercizio di gestione quest’anno è stata veramente difficile. Siamo partiti male nell’autunno dell’anno scorso – ha dichiarato Sergio Marchionne in occasione del Ferrari Day – ma c’è stato un grandissimo recupero della squadra. Sono rimaste due gare ed è importante finirle bene per poi prepararci per il 2016. La macchina dell’anno prossimo è in sviluppo da quasi un anno, sono veramente contento del lavoro fatto, sono fiero della scuderia e vedremo una grandissima stagione. Il mio sogno non è di sconfiggere la Mercedes, ma quello di rendere la Ferrari capace di essere quella che era in passato. Ci sono tutti i presupposti per fare bene, abbiamo un grande team e due piloti che hanno formato una squadra affiatata”.

“MOTORI A RED BULL OPZIONE VALIDA, MA...” – Per Marchionne quella odierna è stata una giornata da autentico bagno di folla, con la gente che lo ha tempestato di richieste di autografi e selfie. “La vera Ferrari è rappresentata dal nostro pubblico – ha sottolineato il numero 1 del Cavallino -. Abbiamo una clientela favolosa e un marchio eccezionale, lo abbiamo visto con la presentazione della Ferrari in borsa in America. Non c’è niente al mondo che abbia queste qualità e quindi è una cosa da conservare come esempio di cosa è capace di fare l’Italia”. Negli ambienti della Formula uno gira da tempo la voce che la Ferrari possa fornire i motori alla Red Bull nel 2016: “La possibilità di cooperare con la Red Bull per quanto riguarda lo sviluppo di una power unit rimane un’opzione valida – ha precisato – C’è quindi la disponibilità da parte dell’azienda di fornire servizi di ingegneria, anche di produzione di motori, ma non potranno essere i motori che la Ferrari utilizza in gara”.

ARRIVABENE: “I CONTI SI FANNO ALLA FINE” – A chiedere massima concentrazione in vista del finale di stagione è anche il team principal della Rossa, Maurizio Arrivabene: “Il campionato non è finito e i conti si fanno alla fine. Non ci si deve mai accontentare, si lavora con molta umiltà per sfruttare ogni occasione e finire con eleganza, come ci ha chiesto Marchionne, e soprattutto con determinazione. Altrimenti non si fa bene il proprio lavoro. Il lavoro dobbiamo portarlo a termine al meglio, non al 90%”.

VETTEL: “DAREMO TUTTO IN ULTIME DUE GARE” – A dare la spinta giusta alla Ferrari per gli ultimi due Gp della stagione in Brasile e ad Abu Dhabi sono stati i tanti tifosi presenti al Mugello. “Questo è un giorno molto speciale, difficile paragonarlo ad altri Ferrari Day che avevo vissuto in passato – ha raccontato Kimi Raikkonen – Certo aiuta il fatto di essere in Italia, nella patria della Ferrari, ma forse questa giornata ricorda quella del 2007, dopo il mio titolo mondiale. In ogni caso è sempre bello fare qualcosa per i tifosi. Sono davvero felice. Adesso cerchiamo di fare del nostro meglio nelle due gare che rimangono in questo mondiale”. “Sarebbe bello che manifestazioni come queste si facessero più spesso, perché sono l’occasione per incontrare chi ci sostiene con il suo tifo – gli ha fatto eco Sebastian Vettel – Oggi, poi, abbiamo avuto la giornata perfetta, calda e soleggiata,
e anche la pista perfetta. Quanto al Mondiale, veniamo dalla gara peggiore della stagione in termini di risultati, ma anche in Messico si è visto che il ritmo di gara era incoraggiante. Non dimentichiamo che otto o nove mesi fa il nostro distacco dai migliori era di 1″3, 1″4 al giro, e adesso è stabilmente sul mezzo secondo o anche meno. Prometto ai tifosi che nelle prossime due gare daremo tutto quello che abbiamo. L’ideale sarebbe stare davanti a tutti”.

0
0
0
s2sdefault